Rocca San Felice (Av) Il Borgo

Rocca San Felice
Il paesino Irpino, la cui storia si ricollega alla divisione medievale dei Principati di Salerno e Benevento, venne posto a guardia del confine,con lo scopo di sorvegliare il rispetto dell'accordo da parte del principe salernitano. L'aria che oggi si respira è proprio quella di quel periodo...Sbucare dalla ragnatela di vicoli che resistono al passare del tempo e trovarsi al centro della piazza di Rocca San Felice vuol dire aver fatto un viaggio nel passato e lì proprio in quella piazza si possono osservare i raggi del sole che attraversano le foglie del secolare tiglio, legame inconsunto tra passato e presente. Il percorso seguito dal viandante e,nel nostro caso,dal fedele obiettivo lungo le vie del piccolo villaggio alle pendici della vera e propria "rocca" sembra,ad uno sguardo primario,essere ingrato: le case basse, i muri privi di decorazioni e la ripetizione sempre dello stesso motivo architettonico non concedono spazio alla curiosità fotografica,il cui unico spiraglio pare costituito dal cielo terso. Solo successivamente, comprendendo la sintesi di antico e moderno di questo paese, emergono innumerevoli particolari che rivelano l'anima di Rocca San Felice e dei Rocchesi; lungo le viuzze si avvicendano scene di vita comune dal sapore di un tempo passato: una signora che riempie una bacinella in un'antica fontana, i vecchietti seduti davanti all'uscio a raccontarsi storie di un tempo...
Rocca San Felice resta dunque un luogo meraviglioso per ogni appassionato della "cultura delle immagini" da scoprire in tutte le sfumature che si riflettono sui dettagli dell' antico borgo medievale.
loading