CFC - SERATA SPECIALE DEDICATA ALLE DONNE

08-03-2013 17:40

url: permalink




E’ andata molto bene la serata dedicata a Donna e Fotografia al Club Fotografico Cavese.
In un’associazione di appassionati di fotografia i temi riguardanti il mondo femminile sarebbero potuti essere molteplici, per esempio grandioso quest’anno è stato il calendario creato da Steve Mc Curry, che ha dimostrato ai fotografi del mondo che mantenere il proprio stile è fondamentale, sempre. Anche e soprattutto se il soggetto da fotografare è la donna.
Si sarebbe potuto approfondire l’argomento Donna come soggetto della fotografia o anche come fotografa, perché nel mondo ci sono davvero tantissime artiste fantastiche, su tutte infatti, il Presidente onorario Angelo Tortorella, ha voluto omaggiare la fotografa Eve Arnold con la seguente citazione:
"Sono nata povera, in America, da genitori immigrati russi. Ho cominciato a lavorare presto e , lavorando, dovevo provare me stessa. L'atmosfera a volte competitiva di Magnum è stata uno stimolo in più. In quanto donna, ero in una posizione privilegiata sebbene sentissi spesso, da parte di alcuni colleghi, quell'attitudine da benevola pacca sulla spalla e da " su, su, ragazzina". Non c'è da meravigliarsi se ho dovuto cercare di essere brava almeno quanto gli uomini: il mondo era duro là fuori. La scommessa più grande era riuscire ad utilizzare il mio essere donna nel modo migliore - mi dava uno spessore unico, in un mondo tutto maschile. I sessi pensano in modo differente, lavorano in modo differente, allora perché non essere me stessa? Questa è finita per essere la decisione più saggia che abbia mai preso. "

Ma l’organizzatrice della serata Anna Pianura, ha voluto osare di più. Ha scelto un argomento di cui si parla sempre più spesso ma che non trova ancora l’attenzione che merita. La violenza contro la donna.
Un argomento che dopo i fatti agghiaccianti di cronaca che hanno aperto il 2013, soprattutto riguardanti l’India, ha fatto crescere il bisogno di parlarne, di dire e fare qualcosa, un tema che riguarda in qualche modo anche il mondo della fotografia.
La serata si è aperta con la proiezione di un filmato di sensibilizzazione sull’argomento donna e violenza
fondamentalmente il prodotto multimediale presentato ha messo i presenti a confronto con numeri, quei numeri associati alla parola stupro, omicidio, violenza fisica o psicologica, stalking, aborto sono diventati una forte, fortissima realtà davanti agli occhi di chi leggeva, sulla situazione indiana prima, per poi arrivare all’Italia dove le statistiche di certo non consolano.
Si è aperto a questo punto il dibattito, con un discorso di apertura di Anna Pianura (responsabile comunicazione mostre e concorsi del Club Fotografico Cavese) che ha introdotto il legame tra la violenza contro le donne e il diritto-dovere all’informazione.
A discutere di questo argomento sono state invitate l’avvocato Angela Senatore e la giornalista Imma della Corte.
La prima ha fatto una rassegna delle normative a tutela delle donne offrendo ai presenti notevoli spunti di rflessione.
La seconda invece ha sottolineato l’importanza delle serate di sensibilizzazione su temi così delicati, perché i giornalisti, per definizione, arrivano a parlare di un evento a fatti compiuti, parlare invece della violenza contro le donne, sottolineare che violenza non è solo lo schiaffo, o lo stupro ma anche qualcosa di psicologico, mettere le persone di fronte a numeri come quelli presentati, può aiutare a sbloccare un po’ chi non ha il coraggio di denunciare. Informazione non è solo il mero racconto della brutta notizia, informazione è anche denuncia, prevenzione.
Dopo la parte colloquiale si è passato alla proiezione di un film con cui si voleva porre proprio l’accento sul dovere del fotografo di documentare la realtà attraverso la fotografia, ma anche della difficoltà di eseguire questo tipo di operazione. La fotografia non è oggettiva, è estremamente sottoposta ad interpretazione da parte di ognuno che la guarda. Tra le capacità del fotografo che si occupa di fare informazione, c’è quindi anche il dovere d’imparare ad accompagnare il proprio reportage, con parole che possano descrivere quello che è il proprio senso della fotografia. E non è facile né banale.
Questa dedicata alla donna è stata la parte iniziale di una serie di incontri dove ci sarà l’approfondimento della questione dei diritti sempre a cura dell’avv. Senatore, un viaggio nel mondo della comunicazione e dell’informazione, da parte di Imma della Corte per poi riproporre e continuare un discorso già iniziato in una serata di grande successo con l’Ing. Salvatore Picciuto sul tema “racconto fotografico”
Anche in questa occasione il Club Fotografico Cavese ha potuto contare sull'entusiasmo e sulla partecipazione dei soci che ad ogni evento dimostrano sempre più la voglia di condivisione, confronto crescita, ma soprattutto la passione verso questa bellissima arte che è la fotografia"

more: woman.jpg (150.94 KB)

DONNA E FOTOGRAFIA: IL DIRITTO-DOVERE ALL'INFORMAZIONE



---------->ECCEZIONALMENTE DI GIOVEDì <---------
il 7 marzo 2013 il Club Fotografico Cavese organizza una serata in omaggio alla DONNA
L'appuntamento è in sede Via Crispi e la serata inizierà alle 20.30
(si raccomanda la puntualità perchè è prevista anche la proiezione di un film dunque gli orari sono strettissimi)
i temi affrontati saranno
►DONNA E FOTOGRAFIA: il diritto/dovere all'INFORMAZIONE◄


la serata è cura di
- Anna Pianura -
con l'aiuto di Rosa del Vecchio e Valentina Grasso
Interverranno l'avvocato Angela Senatore e la giornalista Imma della Corte

more: DONNA2.jpg (98.52 KB)

search

pages

loading