LA DONNA CHE NON LAVORA a CAVA DE' TIRRENI

04-06-2013 11:11

url: permalink



La Donna che non Lavora è un'esposizione itinerante.
L'oggetto della prima tappa è stata la PROVOCAZIONE. Il contrasto di un ambiente dove vige la bellezza, l'ordine, l'aspetto esteriore, con la forza, la tristezza, l'abbandono, il caos e la disperazione interiore di certe situazioni di disagio femminile rispetto al mondo del lavoro.
La tappa Cavese sarà un'esposizione, classica, in una Galleria elengante, quella del Giardino Segreto del Marchese. Le novità introdotte saranno le didascalie alle foto. Alcune saranno utili ad esplicitare il punto di vista del fotografo sull'argomento immortalato, altre saranno invece, proprio delle storie, di cui alcuni scrittori (Gianfranco Brevetto, Gianfranco Pecchinenda e Pippo Zarrella) ci hanno voluto omaggiare contribuendo con il loro modo di fare arte: la scrittura. Ancora novità sarà la presenza di alcune associazioni che operano attivamente sul territorio, in particolare riferimento alla relazione donna-lavoro.
Ci piace pensare che ogni mostra fotografica organizzata sia non solo una maniera di celebrare questa bellissima arte, che è la fotografia, ma in quanto mezzo di comunicazione, vorremmo che più di tutto passasse il messaggio, la storia che, insieme queste foto di diversi circoli fotografici, riuniti dalla progettualità FIAF2013, hanno realizzato unendo le proprie foto-visioni in una garande esposizione.
Con questo augurio invito ancora una volta tutti a diffondere l'evento tra i propri contatti e a non mancare all'inaugurazione di domani 5 giugno 2013 alle ore 19.30 presso il giardino segreto del marchese.

Anna Pianura, resp.mostre e concorsi ClubFotograficoCavese

more: donna.jpg (200.04 KB)

LA DONNA CHE NON LAVORA - MOSTRA FOTOGRAFICA

02-06-2013 00:54

url: permalink



Il 5 giugno 2013 al Giardino Segreto del Marchese verrà inaugurata la mostra fotografica "La donna che NON lavora”
[riconoscimento FIAF R02/2013]:
Si tratta di un evento di cultura e grande fascino, un'esposizione itinerante, parte della progettualità FIAF 2013, che iniziata a Salerno a marzo, in un centro di bellezza, come forma di provocazione, troverà ora sede in una elegante galleria di Cava de' Tirreni, per poi passare ai centri di Avellino e Agropoli. La mostra fotografica è tutta incentrata sulla donna, una donna che oggi come ieri combatte per affermare il proprio io.

“Immaginiamo una gara di corsa. Se siete una donna, in Italia sarete costrette a partire in ritardo. Su un percorso di un chilometro, quando l'avversario uomo ha già tagliato il traguardo, dovrete percorrere ancora 300 metri. A ostacoli, però, e con qualche buca qua e là, scrive Lidia Baratta nel suo articolo “La corsa a ostacoli delle donne”.

Questo è il pensiero pungente e veritiero che le fotografie presentate cercheranno di racchiudere impreziosendo la fascinosa figura femminile.
Nell'incantevole location situata nel cuore del centro storico di Cava de' Tirreni, il Giardino Segreto del Marchese, si terrà l'inaugurazione,
ospite Cristina Tafuri, che arricchirà il tutto con il suo occhio raffinato, sapiente e femminile, pronto quindi a captare ogni singola sfumatura di un’iniziativa che vuole porre l’accento proprio sulla donna.
Saranno altresì invitate le associazioni del territorio che negli anni si sono occupate e battute per superare le situazioni di disagio che riguardano la relazione donna-lavoro.
Saranno inoltre aggiunte alle fotografie delle didascalie che esprimeranno anche a parole l'intento e il punto di vista dei fotografi partecipanti nell'immortalare la situazione di disagio in cui vivono le donne che non lavorano.

Sì, perchè sono tante, troppe le donne che anche avendo le potenzialità e capacità per inserirsi nel mondo lavorativo incontrano ogni giorno più difficoltà rispetto a un uomo.
La situazione diventa ancora più assurda e imbarazzante se si parla di Italia e non di un paese sottosviluppato e carente di informazione e cultura.
I dati presentati di “Repubblica” parlano chiaro: nelle regioni del Sud solo il 19% delle italiane tra i 15 e i 29 anni hanno un lavoro mentre al nord si tocca il 45%, percentuale ancora non particolarmente entusiasmante considerando il resto del Nord Europa.

In una società dove ogni giorno si avanza verso il progresso, dati del genere demoralizzano e terrorizzano mostrando quanta strada ancora purtroppo l’universo femminile ha da percorrere. E' bello però pensare che 35 scatti e 21 fotografi possano portare davanti ai nostri occhi un mondo su cui posare lo sguardo e incominciare a riflettere, questo universo troppo ampio che si auspichiamo possa presto avviarsi verso il superamento di ostacoli e pregiudizi che sanno di antico e di ignoranza.



clicca qui per la RASSEGNA STAMPA

more: locandina2.jpg (287.55 KB)

MOSTRA FOTOGRAFICA AVANZI - DAL 17 AL 25 MAGGIO 2013 - CAVA DE' TIRRENI



Il Club Fotografico Cavese inaugura al Giardino Segreto del Marchese
AVANZI, foto straordinarie di ordinario disagio

L'esposizione fotografica, che si terrà nel cuore del centro storico di Cava de' Tirreni dal 17 al 25 maggio è la fase conclusiva di un progetto, nato come incrocio tra letteratua e fotografia, iniziato con la lettura del libro AVANZI di Pippo Zarrella.
L'autore ha presentato a marzo il suo libro al CFC che ha iniziato così un percorso di riflessione sul tema del disagio sociale e dell'importanza da parte di chi si occupa di "arte" di accendere le luci su problematiche che spesso vengono trascurate, se non del tutto ignorate.

I soci del CFC sono stati invitati nei due mesi successivi a fornire la propria visione fotografica di AVANZI e il risultato è stato davvero eccezionale.

delle 70 fotografie pervenute una selezione rappresentativa sarà esposta in un giorno simbolico Venerdì 17.

Fatti sociali diventano fotografie. Il disagio viene inquadrato e posto sotto gli occhi di chi troppe volte decide di non guardare e passare oltre.

Letteratura e Fotografia in una straordinaria Location: il Giardino Segreto del Marchese, che con l'evento inaugurerà anche la stagione estiva di questo “angolo “ della città il cui fascino non ha conosciuto la corruzione del tempo.

Particolare sarà l'esposizione che mirerà a porre l'attenzione su un'altra accezione del termine AVANZI, ossia la rinascita, il riciclo, il riutilizzo di materiali per dar nuova vita a ciò che viene scartato.

Sono previsti anche dei riconoscimento, uno per la foto più apprezzata dai visitatori della mostra, uno per la foto più vecina al sentire dello scrittore Zarrella, il quale opererà altresì una scelta tra le foto pervenute per la creazione di una photogallery sul sito ufficiale storiediavanzi.com


INAUGURAZIONE: venerdì 17 marzo ore 19.30


IL LIBRO :
Avanzi è un miniromanzo fantareale di varia umanità, originale e gradevole, tale da coinvolgere lettori di tutte le età.
È formato da una successione di dieci racconti, inseriti all’interno di una cornice narrativa composta da un prologo e da un epilogo. Il titolo deriva dal fatto che i protagonisti e le situazioni, compresi quelli della cornice, rappresentano il mondo del disagio e della marginalità.
“Avanzo” è ciò che resta non solo della materia, ma anche del sogno, della speranza, della dignità, o della pace. E di questi ultimi avanzi il mondo purtroppo è pieno.
Le storie, ambientate in varie parti d’Italia (e non solo…) sono paradossali e a volte fantastiche eppure realistiche; storie straordinarie di ordinario disagio, raccontate in prima persona, con la massima leggerezza possibile e con toni ora tragicomici ora comitragici, con una sottintesa fame di vita e di riscatto in ogni personaggio, anche nei più odiosi. L’insieme delle storie mira a dare non solo un quadro cosciente del “disagio da avanzi”, ma anche a ricercare, sia pure senza la certezza di trovarla, la strada per possibili varchi di speranza, ora sociale, ora derivante dal personale modo di affrontare la vita per “vincere le sconfitte”.
Ed è questa la lezione che, al termine della storia real-fantastica, rimane al protagonista della cornice. E quindi al lettore stesso …
www.storiediavanzi.com

IL GIARDINO SEGRETO DEL MARCHESE
Orari di apertura:
LUNEDI’ CHIUSURA SETTIMANALE
DAL MARTEDI' AL VENERDI' 9.30 – 13.00 / 17.30 – 22.00
SABATO - DOMENICA E FESTIVI 9.30 – 13.00 / 17.30 – 23.00


L’Associazione “ Il Giardino segreto del Marchese” ha sede in Cava dè Tirreni (Sa) Corso Umberto I, 77, nel Borgo Scacciaventi, cuore del centro storico della città.
L’Associazione vuole essere un punto d’aggregazione e confronto culturale, di promozione del benessere fisico e mentale attraverso lo studio, l’organizzazione di convegni, la presentazione di opere letterarie, eventi culturali, mostre d’arte.. e ancora incontri musicali, rappresentazioni teatrali e cinematografiche, design e arti visive, nonché la formazione di giovani attraverso l’indizione di corsi - concorsi in varie discipline legate al mondo dell’ arte e della cultura. Il tutto ha come sfondo l’ ambiente elegante e suggestivo del “ Palazzo Genoino”, dimora storica di nobile famiglia di Marchesi, datata 1600 circa.
All’interno della dimora vi è un elegante giardino allestito con ricercatezza e raffinatezza; un luogo affascinante, intimo, segreto. Un piccolo mondo in cui rifugiarsi dal frastuono, dal tran tran quotidiano, dalle ansie lavorative.. dove natura e storia s’incontrano in ogni ora del giorno. Un “angolo “ della città il cui fascino non ha conosciuto la corruzione del tempo.
Con la mostra di Joan Mirò, il Giardino segreto del Marchese, arricchirà i suoi visitatori di nuove emozioni all’insegna dei principi di “amore”.. “sogno e follia”.. ”liberazione” .. cardini del movimento culturale del surrealismo. Un viaggio attraverso sognanti liriche a colori che con le oltre settanta opere originali colloca il Maestro catalano tra i grandi artisti del Novecento.
http://www.ilgiardinosegretodelmarchese.it/


IL CLUB FOTOGRAFICO CAVESE
Il Club Fotografico Cavese (CFC) è un'idea che si concretizza nel giugno del 2009 per iniziativa di un gruppo di fotoamatori cavesi accomunati dall’idea di raccogliere attorno a loro chiunque condivida la passione per la fotografia che conta ad oggi quasi cento iscritti. Lo scopo che il CFC si pone è quello di crescere e far crescere chi ne prende parte, attraverso la visualizzazione di immagini, il confronto sulle tecniche fotografiche, consigli, commenti e informazioni. Il tutto condito da uscite di gruppo che serviranno a migliorarsi e confrontarsi. Lo stile personale è il marchio di fabbrica di ogni fotografo e nessuno prevarrà sugli altri. Il confronto e lo studio dei punti di vista di ciascun socio sarà il vero pane quotidiano dell’associazione, per permettere il miglioramento di tutti. Requisiti fondamentali per entrare a far parte del Club sono passione, volontà, costanza, umiltà, armonia, studio (anche attraverso guide presenti su Internet) e partecipazione attiva. Il Fotoclub si riunisce una o due volte a settimana, a seconda delle attività organizzate. Ma la passione non può essere confinata in grandezze convenzionali quali spazio e tempo. Dunque il confronto tra i soci è aperto ad ogni mezzo e argomento. Comunicare via E-Mail, telefono o con qualsiasi altro canale permetterà di scambiarci idee, pareri, proposte, consigli e non solo, in ogni momento. I semi della vita associativa sono l’armonia, l’amicizia e la serenità: coltiviamoli! Il nostro Club è aperto a chiunque sia in possesso dei requisiti sovra espressi. Fondamentale sarà la volontà di collaborazione e confronto che ogni socio metterà in campo con tutta la “squadra”, indipendentemente dal numero degli iscritti. I neofiti verranno accolti a braccia aperte, in cambio chiediamo entusiasmo, buone intenzioni e voglia di migliorarsi: con la pratica (scattando foto, imparando a selezionarle per proporre agli altri solo le migliori immagini del proprio repertorio) e col confronto costruttivo.
Sede via Crispi, Cava de' Tirreni
www.clubfotograficocavese.com

more: locandina_a3_g.jpg (2.74 MB)

search

pages

loading